Mattel DPR76-0 Mattel Pictionary Gioco Giochi di società

Mattel Pictionary Gioco

Mattel Pictionary Gioco.

40,00 €
Tasse incluse
 

SPEDIZIONE GRATUITA per ordini a partire da 50,00 €. Per ordini inferiori, il costo è di 6,90 €.

Descrizione

Il classico gioco delle parole disegnate!

Dal 1985, Pictionary riunisce famiglie e amici che si cimentano con rapidi schizzi su foglio e spassosi indizi.

Dimostra la tua abilità.

Pesca una carta indizio, butta giù il tuo schizzo e cerca di far indovinare la soluzione ai tuoi compagni di squadra: le regole sono semplici ma la sfida è spassosissima!

Tanto divertimento assicurato per tutta la famiglia

Con due livelli di indizi (120 per gli adulti e 80 per i più piccoli), Pictionary è perfetto per rendere ancora più interessante qualsiasi serata di gioco.

Schizza l'indizio.

Schizza il tuo indizio sulle schede bianche incluse, facili da cancellare, per giocare quanto vuoi all'insegna della comicità.

Schizza l'indizio che ti condurrà alla vittoria.

Prosegui la sfida e muoviti sul tabellone di gioco per ogni indizio indovinato: il primo gruppo che raggiunge il traguardo, vince.

Il gioco per eccellenza di ogni festa: per adulti e bambini

Non importa quanti anni hai, Pictionary stimola la tua competitività e ti lascerà senza fiato per le risate.

Scheda tecnica

Mattel
DPR76-0
31 Articoli
887961324747

Storia del marchio

La Mattel venne fondata nel 1945 da Elliot Handler e Harold "Matt" Matson, la cui fusione dei nomi (il soprannome di Matson, "MATT", più le iniziali del nome di Handler, "EL") diede origine al marchio. Ruth Handler, moglie di Elliot, ne divenne in seguito presidente.

Inizialmente la Mattel produceva cornici per fotografie e, solo marginalmente, accessori per case di bambole. Quest'ultima attività divenne via via più redditizia della prima, finché la produzione di giocattoli venne riconosciuta come core business della società.

Nel 1959, in seguito a una visita in Europa dove viene a conoscenza della bambola Bild Lilli, Ruth Handler progetta la bambola "adulta" Barbie. Nel 1970 viene ideata e progettata l'action figure Big Jim, ispirata al G.I. Joe della Hasbro, con cui si pone in diretta concorrenza, che verrà commercializzata a partire dal 1972 soprattutto in Stati Uniti, Europa e Messico.

La società ebbe periodi di fortuna alterni. Nel novembre del 1975 la Mattel fu criticata con l'accusa di aver diffuso informazioni false per dare l'impressione di una crescita del suo volume d'affari non corrispondente alla realtà. Tuttavia, l'ascesa economica di Mattel divenne ben presto reale, e fu soprattutto dovuta alla realizzazione di una serie di linee di prodotti di enorme successo.

Fra la fine degli anni ottanta e l'inizio dei novanta Mattel fu anche il distributore ufficiale dei prodotti NES (Nintendo) in Europa e in Canada. Nel 1993 si fuse con un'altra grande casa produttrice di giocattoli, la Fisher-Price, e nel 1996 acquisì Tyco Toys, all'epoca la terza casa produttrice di giocattoli del mondo e detentrice del marchio View-Master, popolare visore stereoscopico in produzione fin dal 1939.

Recensioni